Schietto di pecora / 19.06.2018

Molliccio, limaccioso, freddo fango. Sprofondo sino alle ginocchia, la massa bagnata si insinua nei calzari. I passi si fanno più pesanti. Piove. Un groviglio di vegetazione intricata mi si para innanzi. Solo, errante, privo...