Schietto di pecora / 17.11.2018

Il telefono squillò, tre, nove volte. Varini mirava attorno ogni qualche squillo, come cercasse un uccellino appollaiato in un angolo responsabile di quel cinguettio. Lo sguardo scivolò smorto sul tavolino, accanto al posacenere...