So di un posto

So di un posto. C’è un morto, morto ammazzato in quel posto. Un posto tra gli alberi in salita, e quando ci stai per arrivare, ansimando e arrampicando a testa bassa, per prima cosa vedrai spuntare un piede. C’è un morto là, garantito, l’ho già detto.

Chi sia stato io non lo so, non lo so e non lo voglio sapere. Sta lì da giorni. Morto stecchito.  Guardalo bene, ti aiuterà a sbarcare in un nuovo formato di realtà: il formato della disillusione.

(L’ettere dal Dietromondo -Romanzo)